Ricette della tradizione: la ribollita!

ribollita

La nonna la faceva così!

La mia nonna abitava a Monsummano ed era una cuoca molto abile. Una delle ricette tradizionali, che ora si mangia nei ristoranti di moda a Firenze e che lei faceva spesso era la ribollita.

Per prima cosa si devono lessare dei fagioli (borlotti, cannellini o altro tipo, dopo averli messi a mollo per una notte), in acqua con carota, sedano, cipolla, salvia e spicchi di aglio.  Quando i fagioli sono cotti, si salano, si fanno riprendere il bollore, se ne toglie una gran parte che consumeremo conditi con un bel filo di olio . Gli altri, insieme agli odori si frullano bene. In questo modo abbiamo preparato “la broda”. In essa dobbiamo mettere tutte le verdure che abbiamo a disposizione: carote, zucca e zucchini, cavoli di ogni colore, cavolfiore,  verze, bietola, cavolo nero, ecc…. tutti tagliati a listarelle e cubetti e si fanno lessare bene. Una volta pronti, si aggiusta di sale e pepe, si prepara del pane toscano raffermo, a fettine sottili. Si mette in un tegame a bordi alti (meglio se di coccio), toscanaun mestolo di brodo e verdure, uno strato di pane, si condisce con un bel giro di olio, si versa la broda con le verdure e si va avanti a strati fino alla fine degli ingredienti. L’ultimo strato deve essere di verdura condita. Si rimette sul fuoco e si fa sobbollire piano piano, per un quarto d’ora almeno. Si serve in scodelle con un altro bel cucchiaio di olio fresco. Se si gradisce si può servire con anelli di cipolla fresca (di Tropea o dolce fiorentina).

Pa&Pi1978

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply