La Valdinievole in una guida: un libro affascinante

andrea innocenti

Una guida di ultima generazione su un territorio che si merita di essere raccontato per poi essere visitato, guardato, adulato: la nostra Valdinievole.

andrea innocenti 4

Una guida che verrà presentata per la prima volta al pubblico venerdì 3 marzo prossimo, e che è già disponibile e in vendita presso il negozio AmicoBit in via Biscolla, il Centro del Padule di Fucecchio (Centro visite di Castelmartini) e la Libreria Vezzani di Montecatini. Intitolata “In Toscana un passaggio obbligato: la Valdinievole” e sottotitolata molto significativamente “Guida al patrimonio storico, natura e itinerari“, questa agile e accuratissima guida è scritta da Andrea Innocenti. Autore che noi di ValdinievolEventi non potevamo non intervistare in anteprima rispetto alla presentazione del suo libro.

Andrea, aprendo la tua guida si capisce subito che questa non è, in effetti, solo una guida.

E’ il risultato di un lavoro lungo e impegnativo per realizzare un prodotto che fosse da un lato completo e interessante, dall’altro divertente ed utile.

andrea innocenti 2

Attraverso le tue parole, da valdinievolini, scopriamo di abitare un territorio di altissimo valore.

Questo è il principale motivo che mi ha spinto a produrre questa guida: far scoprire a quante più persone possibili le linee e le aspettative che si possono soddisfare visitando e conoscendo il nostro territorio. E, in effetti, questo è anche e soprattutto uno strumento per i Valdinievolini, magari un ulteriore aiuto per renderci più consapevoli di avere tra le mani un vero e proprio preziosissimo tesoro storico, naturale e sociale.

La tua guida in effetti è molto particolare: la cura ai dettagli è certosina, e si trovano moltissime informazioni.

In effetti, il lavoro di redazione è stato completo e complesso. Ho voluto fornire anzitutto un ampio spazio a tutta quella identificazione storico-sociale di questo nostro territorio che in molti, noi per primi, non conosciamo. Eppure, dalle antiche civiltà (Liguri, Etruschi, Romani) fino ad un turbolento e affascinante Medioevo, sino ad arrivare poi ai Medici, alla bonifica e alle Terme, la Valdinievole è da sempre stata un territorio profondamente interessante e interessato, sconvolto e protagonista in situazioni e contesti storici di respiro per lo meno regionale, se non talvolta nazionale.

andrea innocenti

Ed è da qui che comincia il viaggio che ci vuoi portare a fare. Un viaggio di conoscenza e amore.

L’amore per un territorio è figlio della conoscenza di quel territorio. Per questo ho voluto scrivere una guida quanto più possibile completa e complessa, con la quale cioè raccontare quante più informazioni e opzioni possibili. Dalle tipicità enogastronomiche alle terme, dalla Natura all’arte, dagli spettacoli del genio dell’uomo a quelli del meraviglioso caos naturale, la Valdinievole è un territorio ricchissimo di spunti di interesse.

Ed è proprio per questo che a noi di ValdinievolEventi piace così tanto il tuo lavoro. Perché quello che hai fatto è esattamente quello che vorremmo riuscire a fare noi. Complimenti di cuore…

andrea innocenti 3

La guida per spunti di interesse

Nella guida si trovano 230 fotografie originali georeferenziate, 25 disegni originali, e

5 ITINERARI da compiere in auto, moto, bici da corsa più

11 ITINERARI naturalistici da percorrere a piedi o in mountain bike, con

MOLTISSIMI RIFERIMENTI a mete e siti di interesse archeologico e religioso, più borghi medioevali, arte moderna, proverbi locali, leggende e tradizioni.

 

I ringraziamenti

Andrea Innocenti, durante la nostra intervista, ci ha specificatamente spiegato che ci tiene particolarmente a riportare ancora una volta i ringraziamenti che accompagnano questo suo lavoro. Perché “In Toscana un passaggio obbligato: la Valdinievole” è sicuramente una guida molto sua, ma che è anche il frutto di impegno, sacrificio e passione di molte altre persone:

Si ringraziano – si legge nella seconda di copertina – tutti coloro che hanno gentilmente e molte volte inconsapevolmente collaborato a vario titolo al progetto. Un grazie di cuore in particolare a mio padre Angiolo Innocenti per la paziente revisione, a mia madre Daniela Lollini per gli utili suggerimenti, a Dario Donatini per la gentile collaborazione, a Valentina Guerri e Don Giancarlo Mascheretti per le preziose informazioni fornitemi. Un grazie speciale a tutti i piccoli ignari protagonisti di fotografie e disegni“.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply