Psicosi passata, prevenzione presente

meningite 2

Telefoni muti nei centralini dei centri vaccini anti-meningite.

Oramai, le liste d’attesa di alcuni mesi fa sono una pura illusione: oramai non chiama più nessuno per prenotarsi e poter fare, così, il vaccino.

Pronto soccorso, ospedale

Eppure, il rischio è ancora reale: negli ultimi giorni fanno fatica – per i criteri di notiziabilità – a riprendersi il proprio posto sulle prime pagine, ma annunci di nuovi contagi di meningite sono ancora, se non all’ordine del giorno, molto frequenti.

Sanità salute vaccino

L’obiettivo “vaccinazione totale” che si era dato la Regione Toscana è molto lontano dall’esser conseguito. E, con esso, decade anche buona parte della forza preventiva del vaccino stesso che, per poter mettere al sicuro tutti o quasi da nuovi casi, dovrebbe interessare la più larga parte possibile della popolazione, comunque in una percentuale non inferiore al 95%.

meningite 2

Comunque, la Regione Toscana non demorde. E fa continuare il proprio programma di vaccinazione gratuita per larghe falde della popolazione. Dando alle stampe una campagna comunicativa volontariamente rivolta ai bambini. Perché proprio in questi mesi stanno scadendo i dieci anni dai primi bimbi vaccinati obbligatoriamente, ovvero, quelli nati dal 2007 in poi. E, quindi, è tempo di richiami. Da fare, obbligatoriamente. E per il bene di tutti.

Per avere tutte le info conviene cliccare il sito della Regione, qui.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply